Firma la petizione di Greenpeace per fermare l’inquinamento da PFAS

L’acqua del Veneto non ce la beviamo

L’acqua potabile di molti Comuni veneti è inquinata da PFAS, sostanze chimiche pericolose presenti negli scarichi di industrie locali che operano quasi indisturbate.
UNISCITI A NOI.
Chiedi alla Regione Veneto lo STOP immediato degli scarichi di PFAS: salute e ambiente vengono prima del profitto!

Mappa inquinamento da PFAS in Veneto

Esami clinici hanno rivelato valori PFOA (un tipo di PFAS) nel sangue degli abitanti delle zone inquinate 40 volte superiori rispetto alla media nazionale.

I rischi per la salute causati da avvelenamento da PFAS sono ingenti in quanto comportano complicazioni durante la gravidanza provocando anche malformazioni al sistema nervoso e circolatorio, gestosi, preeclampsia, innalzamento del colesterolo, diabete, problemi alla tiroide e, non ultima, la comparsa di forme tumorali.

La contaminazione riguarda un’area abitata da oltre 350 mila persone compresa tra le province di Vicenza, Verona e Padova. La Regione Venetonell’ottobre 2017, ha promosso importanti misure atte a migliorare e risolvere l’emergenza nelle aree maggiormente colpite abbassando drasticamente i limiti di PFAS, sia sulle acque potabili che sugli scarichi industriali, e potenziando il sistema di abbattimento. Provvedimenti che hanno riportato l’acqua potabile in diversi comuni veneti. Tuttavia la strada è ancora lunga: infatti solo alcuni dei Comuni della zona contaminata stanno ricevendo acqua con il nuovo sistema di filtraggio.

Non solo, il problema ha superato i confini del Veneto coinvolgendo la politica italiana, da un lato, e le istituzioni Europee dall’altro. Il Ministro Costa, infatti, si è impegnato ad istituire dei limiti nazionali alla presenza di PFAS nell’acqua, mentre l’UE si è detta pronta a varare una direttiva europea sulla potabilità dell’acqua con soglie molto rigide per questo inquinante.

Diventa fondamentale, quindi, mantenere un faro acceso su questo problema e per questo è stata istituita una petizione. Leggi sul sito di Greenpeace l’articolo che spiega ed approfondisce il problema della contaminazione della falda acquifera in Veneto e firma anche tu la petizione promossa per lo stop immediato all’inquinamento da PFAS.

Potrebbe interessarti leggere anche…
Mappa inquinamento da PFAS in Veneto
Suolo, sottosuolo, acque superficiali e di falda contaminati da scorie e sostanze nocive.
Fibre di plastica nell'acqua del rubinetto di casa nostra